pa Come riposarsi bene e affrontare al meglio la giornata: guida in 5 punti pratici – Centro Medico Tiziano

Come riposarsi bene e affrontare al meglio la giornata: guida in 5 punti pratici

Come riposarsi bene e affrontare al meglio la giornata: guida in 5 punti pratici

Ad inizio anno corriamo il rischio di sentirci più stanchi, spossati e meno pronti ad affrontare la quotidianità. Come ogni periodo post-festività o ferie il nostro corpo ha bisogno di riabituarsi per riprendere il ritmo e rientrare al meglio nella routine delle nostre attività giornaliere.

Esiste una formula segreta per sentirsi sempre meglio? No, non c’è nessun trucco o segreto eccezionale per farlo.

Ci sono però delle buone prassi che – se fatte nostre – ci aiutano a vivere bene, sentirci riposati e dedicare le energie alle attività che le necessitano o meritano. Sono consigli utili per promuovere il ricambio neuronale e conservare giovani e prestanti le funzioni intellettive, migliorando lucidità, memoria e lucidità.

Vediamoli insieme in una guida pratica in 5 punti per riposarsi al meglio:

  1. Durata del sonno adeguata per notte

Dormendo eliminiamo le tossine metaboliche che depositandosi nei tessuti nervosi, li intasano e li rendono meno efficienti. Il sonno aiuta a depurare i neuroni e a migliorare la memoria e l’apprendimento. La durata ideale del riposo è di 7 ore per notte, meglio ancora se integrato a fasi di breve riposo post pranzo o durante la giornata. Non bisogna però mai esagerare poichè rischiamo di rovinare la qualità del sonno notturno.

 

  1. Assumere la giusta quantità di liquidi

Una scarsa quantità di liquidi assunti durante la giornata favorisce l’invecchiamento precoce delle cellule nervose provocando difficoltà cognitive. Da qui la facile associazione tra stanchezza e cattiva abitudine a bere poco. La quantità ideale giornaliera è di 2 litri di acqua, ai quali possiamo aggiungere un pizzico di magnesio citrato che rafforza le connessioni fra i neuroni e ci fa sentire più riposati.

 

  1. Respirazione ottimale

La carenza d’ossigeno provoca acidosi, danneggia la matrice cellulare dei tessuti nervosi e altera le capacità percettive, causando confusione mentale, cali di vista ecc. In qualsiasi stagioni, con clima rigido o favorevole, è bene trascorrere un po’ di tempo all’aperto: respirare aria pura rigenera e rivitalizza il cervello concedendogli maggiore riposo.

 

  1. Attività fisica ed ore di movimento

Che sia una corsa, una sessione di allenamento in palestra, una nuotata a fine giornata o anche una camminata di mezz’ora, svolgere attività fisica per qualche ora è fondamentale per il benessere del nostro corpo: aiuta non solo a tenersi in forma fisicamente, ma favorisce anche il consolidamento della memoria e di ciò che abbiamo trattato durante il giorno. Il movimento attiva la dopamina, che aiuta a fissare i concetti e rende la mente brillante.

 

  1. Alimentazione regolare ed equilibrata

Per dormire bene, bisogna andare a letto nelle condizioni ottimali in fatto di digestione ed alimenti assunti. Non essere troppo affamati o troppo sazi, non aver bevuto troppo prima, specialmente liquidi che contengono sostanze contrastanti con il rilassamento da sonno.

Sentirsi bene e riposati al mattino è un piacere per noi e per il nostro corpo. Basta tenerlo a mente per tutto il resto della giornata.


Richiedi Informazioni


Voglio ricevere offerte e informazioni commerciali

Informativa sui Cookie

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.