pa Oculistica: perchè è consigliabile sottoporsi ad un esame OCT – Centro Medico Tiziano

Oculistica: perchè è consigliabile sottoporsi ad un esame OCT

Oculistica: perchè è consigliabile sottoporsi ad un esame OCT

La vista è il più importante dei 5 sensi del corpo umano. Infatti, l’85% delle informazioni che riceviamo ogni giorno dall’esterno passa attraverso i nostri occhi. È importante averne cura e monitorare costantemente le condizioni.

Oggi parliamo di una tecnica molto utile in fase diagnostica e per niente “impegnativa” in termini di rischi e precauzioni per il paziente: l’esame OCT. È una tecnica di diagnosi per immagini affidabile e innocua poiché non a contatto e non invasiva. La visita OCT o Tomografia ottica computerizzata o a radiazione coerente è un esame basato sull’interferometria a luce bianca o a bassa coerenza che, senza radiazioni nocive, permette di ottenere delle scansioni corneali e retiniche molto precise grazie alle quali è possibile analizzare nel dettaglio gli strati della cornea, la regione centrale della retina (macula) e della testa del nervo ottico (papilla).

 

Cosa ci permette di individuare e diagnosticare l’OCT?

L’esame OCT va alla ricerca dei segni premonitori che evidenziano le varie patologie oculari come ad esempio le maculopatie, tutte le malattie degenerative della macula, utilissima poiché permette all’uomo di distinguere la forma degli oggetti ed i movimenti nell’ambiente circostante.

L’OCT è un esame indispensabile nella diagnosi pre-operatoria e nel follow-up postoperatorio della gran parte delle patologie oculari che necessitano di un intervento chirurgico. Essendo un esame digitalizzato, ci consente di mettere a confronto i risultati dei controlli periodici eseguiti dal paziente, fornendo così delle mappe differenziali.

Un esempio pratico: nei pazienti affetti da glaucoma, tramite OCT si può misurare lo spessore delle fibre nervose che circondano il nervo ottico ed evidenziare l’eventuale presenza di un’alterazione precoce delle stesse in presenza di un campo visivo normale.

In questo modo è possibile iniziare tempestivamente una terapia per rallentare la progressione della patologia.

 

Come funziona la tomografia ottica computerizzata (OCT)?

L’esecuzione è semplice e veloce con una durata di circa 10-15 minuti. Il paziente, seduto davanti allo strumento, fissa un punto luminoso all’interno del macchinario: la scansione parte nel momento in cui viene messa a fuoco la struttura oculare da analizzare.

 

A chi è rivolta? Chi può sottoporvisi?

Tutti i pazienti in cui si riscontrano o si paventano rischi di patologie corneale, retiniche o del nervo ottico possono effettuare un esame OCT. Eccetto i casi di notevole opacità dei mezzi diottrici oculari, profonde alterazioni del film lacrimale ed assenza di fissazione.

 

Quali sono le precauzioni da prendere?

Abbiamo già detto che la visita OCT non è pericolosa né invasiva, per cui non ci sono precauzioni particolari da prendere prima di sottoporvisi. Con l’avvento degli OCT di ultima generazione l’esame può essere effettuato anche senza la dilatazione della pupilla, previa attenta valutazione da parte dell’operatore medico sanitario delle condizioni oculari e del tipo di patologia che si vuole studiare.

L’oculistica del Centro Medico Tiziano si avvale di apparecchiature di ultima generazione per la diagnosi e il trattamento delle malattie oculari sia nell’adulto che nel bambino. Visita il sito! 


Richiedi Informazioni


Voglio ricevere offerte e informazioni commerciali

Informativa sui Cookie

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.